Dolce senza… Camille senza glutine

IMG_2755

Tra familiari e amici anche io conosco qualche caso di celiachia e posso immaginare quanto sia difficile affrontare questa allergia. La mia intolleranza al lattosio in confronto è una passeggiata… Allo stesso modo però so che si può condurre una vita felice e normale soprattutto oggi giorno.

Ormai non è più difficile reperire diversi tipi di farina e prodotti che non contengano glutine. Solo qualche anno fa le difficoltà erano enormi e la convivenza con questa allergia non era facile da fronteggiare. Non se ne parlava certamente come adesso e i prodotti specifici erano acquistabili solo nelle farmacie e a caro prezzo.

Al supermercato non c’era il reparto dedicato e il biologico era un miraggio. Allo stesso modo l’unica tipologia di merendina non era minimamente equiparabile a quelle che adesso non fanno neanche rimpiangere un tegolino. Aggiungiamoci che ai tempi non vi era di certo questa informazione (e ossessione se vogliamo) nei confronti del cibo… insomma ne vien fuori un quadro desolante. Un’emarginazione che io stessa ho vissuto e che fa parte del mio piccolo bagaglio di esperienza.

Adesso ci sono biscotti e merendine di diversi tipi e aromatizzati in qualsiasi modo… e soprattutto si trovano in un comune supermercato prodotti come la farina di riso o di mais che io uso spesso.

Questo per dire che mi piace, a prescindere, cimentarmi in qualsiasi preparazione che non contenga allergeni, che sia il latte, il glutine oppure anche alternative vegane. In primis perché mi piace pensare che semmai dovessi servire qualcosa a una persona intollerante o vegana non sarei impreparata e non in ultimo perché trovo stimolante fare dei tentativi e imparare cose nuove. Attraverso le rinunce, proprie e degli altri, si può capire molto di sé.

E’ il caso di queste camille senza glutine. Avevo già provato a farle e la ricetta messa a punto era piuttosto salutare perché senza burro e molto soddisfacente sia per il gusto che per la consistenza, oltre che per la sua bella forma. Qui, in vista della visita di un’amica intollerante al glutine, ho adoperato due farine diverse ovvero l’amido di mais (maizena) e la farina di mais (fioretto)che ben si adatta al sapore un po’ particolare delle camille e al loro colore aranciato.

A dimostrazione del fatto che rinunciare non significa necessariamente “perdere” ma tal volta vincere, queste camille senza glutine sono ottime e di una consistenza soffice e leggerissima perfetta per celiaci e non.

Camille senza glutine

IMG_2750Ingredienti:

250 g di carote grattugiate – 80 ml di olio di semi
- 100 ml di succo d’arancia – 200g di zucchero a velo – 3 uova – 100g di farina di mandorle – 200 g amido di mais (maizena) – 50g di farina di mais (fioretto) – 1 bustina di lievito per dolci – buccia grattugiata di 1 arancia – 1 pizzico di sale

Preparazione:

Nel mixer mettete le carote grattugiate con l’olio e il succo d’arancia; frullatele fino a ridurre il tutto a crema. In una ciotola montate bene le uova con lo zucchero fino a farle diventare chiare, unite la farina di mandorle, la buccia d’arancia ed un pizzico di sale, mescolate bene. 
Aggiungete al composto le carote frullate e, sempre mescolando, aggiungete farina e amido di mais precedentemente setacciate con il lievito. Versate il composto in stampi a semisfera oppure nello stampo da muffin. 
Infornate in forno caldo a 180° per circa 20 minuti. Prima di sfornare le camille fate la prova stecchino che deve uscire asciutto.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...