Non chiamateli Bounty!

Bounty vegan

Il caldo intenso dello scorso week end mi ha fatto venire voglia di preparare dei dolcetti freschi e veloci, dei bon bon da mordere dopo pasto o per una merenda golosa.

Non so voi ma io provo sempre una gran soddisfazione quando riesco a realizzare la versione vegan e homemade di qualche prodotto industriale.

Oggi è toccato ai Bounty, i famosi dolcetti al cocco ricoperti di cioccolato. Si realizzano in pochi minuti e con pochissimi ingredienti e vi dirò, sono anche più buoni degli originali!

Per il ripieno ho utilizzato latte di cocco e cocco rapè e pochissimo sciroppo di riso. Se volete una copertura ottimale: lucida e croccante è necessario temperare il cioccolato aiutandosi con il termometro da cucina. Premessa: il cioccolato necessita di una lavorazione accurata, se lo si fonde e risolidifica senza dargli importanza lui si vendica lasciando chiare strisce di grasso in superficie per non parlare dell’assenza di schiocco al morso, privandovi di un suono fra i più dolci in assoluto! Non è un processo semplice, ma riprovando più volte si acquista esperienza e i risultati migliorano.

Questi bon bon sono di un buono incredibile 😛 Ora non so se sia per l’accoppiata cocco e cioccolato o per la loro forma simpatica, sta di fatto che se li offrite in un bel pomeriggio di sole verranno spazzolati nel giro di qualche minuto!

IMG_0488Ingredienti x 25-30 bon bon

– 160g di cocco rapè

– 20g di farina di mandorle

– 100ml di olio di cocco

– 30ml di malto o sciroppo di riso

– 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

– 300g di cioccolato fondente

Preparazione:

In una ciotola capiente mescolate il cocco rapè, la farina di mandorle, l’olio di cocco sciolto qualche secondo in microonde, il latte di cocco, lo sciroppo di riso e la vaniglia.

Amalgamate bene il tutto e poi formate delle palline che disporrete su un vassoio rivestito di carta da forno. Il composto è abbastanza appiccicoso e tende a sbriciolarsi, ma formando delle palline belle compatte non avrete problemi. Lasciate solidificare le palline in freezer per un’oretta.

Nel frattempo prepariamo la copertura facendo fondere a bagnomaria i 2/3 del cioccolato (210g) una volta raggiunto il punto di fusione (55°-58°) aggiungete il restante 1/3 in scaglie. Mescolate energicamente per far raffreddare fino a raggiungere il punto di cristallizzazione (28-29°). Poi riportare il tutto sul bagnomaria fino a raggiungere la temperatura ottimale di 31°-32°.

Quando il cioccolato è pronto potete tuffarvi dentro le palline di cocco, l’ideale sarebbe avere delle forchette da pralineria (in alternativa potete usare una forchetta vecchia a cui avrete rotto i 2 rebbi centrali, oppure gli spuntoni da fonduta). Ricoprite bene tutta la pallina in modo omogeneo, appoggiatela su una carta da forno e lasciate rapprendere a temperatura ambiente. Una volta asciutti trasferiteli in pirottini colorati. Lasciate al fresco fino a poco prima di servirli.

Annunci